Come evitare picchi nella bolletta del Gas in inverno

Come evitare picchi nella bolletta del Gas in inverno

Se hai avuto un picco nelle bollette energetiche o stai considerando altre opzioni da una caldaia a gas, una delle cose principali che dovrai sapere come proprietario di una casa è la quantità di gas utilizzata in genere dalla tua caldaia a gas. Ci sono alcuni fattori che determinano quanto viene utilizzato, ma un buon modo per dirlo è semplicemente guardare il Kwh della tua caldaia e il suo grado di efficienza. Una caldaia da 35 kilowatt (che è una caldaia domestica media in Italia) consuma 35 kilowattora di gas. Se la tua caldaia da 35 kW funziona per cinque ore al giorno, il consumo giornaliero dovrebbe essere di circa 175 kWh.

Alla ricerca di kWh per calcolare il consumo di gas

Il modo migliore per misurare il consumo di gas è utilizzare i kilowattora (kWh), un’unità di misura standard. Una tipica famiglia a basso consumo è di circa 8.000 kWh, 12.000 kWh per un consumo moderato e 17.000 kWh per le case a forte consumo all’anno. Ciò porterebbe il consumo medio mensile di gas a circa 1.000 kWh. Un kWh rappresenta l’energia necessaria per far funzionare un apparecchio da 1.000 watt per un’ora, quindi 1 KW è 1.000 watt. Tuttavia, l’uso domestico del gas in genere include caldaie a gas e cucina e altri scopi. Ciò significa che quando si tenta di calcolare l’esatto consumo di gas della caldaia, non è sempre chiaro dove sia stato consumato quel gas.

Spesa media per la bolletta del Gas

La maggior parte degli italiani riscalda la propria abitazione usando come combustibile il gas naturale. Questo avviene poichè il gas, anche se ha un investimento finanziario iniziale più oneroso, è più economico rispetto ad un sistema con un boiler elettrico. Nel tempo la rete di distribuzione del gas si è sviluppata sul territorio italiano ed al giorno d’oggi è ben estesa in confronto ad altri paesi europei.
Tuttavia negli ultimi anni si stanno diffondendo sempre di più i sistemi di riscaldamento elettrici, con serpentina a pavimento oppure con una pompa di calore ad alta efficienza in sostituzione della caldaia tradizionale a gas. Per una stima più precisa dei tuoi consumi, puoi consultare questo link. Qui cercheremo di presentarvi una tabella riassuntiva.

l Volume di un GAS varia a seconda della pressione atmosferica e della temperatura, cambiando quindi a seconda di vari fattori come luogo, numero di abitanti. Inoltre, 1 metro cubo di GAS a temperatura fredda, contiene una quantità maggiore di litri di 1 metro cubo di GAS ad una temperatura calda. Per questo motivo è stato necessario quindi, decidere arbitrariamente una misura della pressione e della temperatura come convenzione, da mantenere durante le misure dei volumi di tutti i gas per evitare questi tipi di errori, ovvero la SMC, lo Standard a Metro Cubo, che è possibile calcolare tramite il prodotto dei consumi in gas dell’abitazione (segnalato sul contatore) e il coefficiente C, stabilito dalle autorità e che dipende in base alla località.

CittàMilanoRomaPalermo
Consumo in Metri Cubi Standard (SMC) alll’anno940800370
N. Abitanti123456
Consumo Gas per l’Acqua Calda in SMC all’anno70130190250370490
N. Abitanti123456
Consumo Gas per Cucina in SMC all’anno505090100120140

Come evitare picchi nella bolletta del Gas in inverno

Se la tua caldaia utilizza più gas di quanto dovrebbe, verifica con il tuo fornitore per assicurarti che i loro prezzi non siano aumentati. In caso contrario, ecco alcuni altri motivi per cui potresti consumarne di più.

  1. Utilizzo di una caldaia più vecchia – Dopo alcuni anni di servizio, l’efficienza della caldaia diminuisce. Le nuove caldaie a gas possono essere efficienti fino al 96%, ma in genere si situano intorno all’85-92%. Tuttavia, le caldaie con più di dieci anni possono perdere fino al 30% della loro efficienza. Questo è in genere il motivo per cui suggeriamo di installare una nuova caldaia dopo 10 anni. Ciò significa che se si dispone di una caldaia da 35 kWh con un’efficienza dell’85%, sarà necessario utilizzare 40,25 kW per ottenere un consumo energetico di 35 kW per la propria proprietà poiché l’altro 15% (5,25) viene perso. Inoltre, per calcolare il costo di gestione di una caldaia più vecchia che è il 30% meno efficiente. Ciò comporterebbe un consumo di gas aggiuntivo di 10,5 kWh per la tua vecchia caldaia, per un totale di 45,5 kWh.
  1. Programmatore o termostato malfunzionanti – La caldaia dovrebbe rimanere spenta quando ha già raggiunto la temperatura preprogrammata. Un termostato o un programmatore difettoso può causare il funzionamento indefinito della caldaia, bruciando più gas. Controlla se hai impostato i tempi e le temperature corretti. Osservare la caldaia per eventuali indicazioni che si accenda anche se il termostato o il programmatore sono spenti. Per risolvere il problema, potrebbe essere necessario contattare un tecnico della caldaia, come noi di Digital Clima. Contattaci!
  1. Valvola motorizzata rotta – Il flusso di acqua calda dalla caldaia ad un bollitore o ai radiatori è controllato da una valvola motorizzata. La valvola si apre per consentire il deflusso dell’acqua calda quando la caldaia è accesa e poi si chiude per interrompere il flusso quando è spenta. Tuttavia, questa valvola potrebbe guastarsi o bloccarsi. Ciò farà sì che i tuoi radiatori continuino a riscaldarsi anche quando non è necessario. Verifica se la garanzia del produttore è ancora in vigore. Assicurati che la tua valvola sia ispezionata e cambiata da tecnici qualificati.
  2. Mancata Manutenzione – Mantenere la caldaia in buone condizioni potrebbe aiutarti a risparmiare sul gas. Può anche aiutare a evitare potenziali problemi che possono ridurre l’efficienza energetica e portare a guasti prematuri. Assicurati che le tue caldaie a gas siano ispezionate da ingegneri del gas certificati almeno una volta all’anno.
Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.